Il concetto di bioedilizia

Oggigiorno, l’essere umano ha compreso che ogni aspetto della sua crescita non può prescindere dall’ambiente che lo circonda.

In effetti, non si può pensare al futuro senza poggiarsi su solide basi del passato, ed è proprio in un ritorno alla natura, che l’essere umano moderno ha trovato solidi spunti per costruire il suo domani.

Nuove filosofie di gestione energetica, energie rinnovabili, costruzioni a impatto zero, materiali riciclabili, è proprio all’interno di questo filone, denominato “green” che si innesta il concetto di bioedilizia.

La bioedilizia o bioarchitettura fa riferimento a peculiari modalità di progettazione, costruzione e gestione di un edificio con l’intento di preservare l’ambiente, riducendo al minimo l’impatto negativo su quest’ultimo.

L’obiettivo della bioedilizia è la volontà di costruire, ristrutturare o convertire un edificio nel modo più ecologico e sostenibile.

In che modo?

Sfruttando energie pulite, adoperando materiali e tecniche costruttive che consentano di creare una vera e propria integrazione tra l’edificio, i suoi abitanti e l’ambiente che lo ospita.

L’utilizzo di materiali ecosostenibili

Per la realizzazione di opere costruttive ecosostenibili, la scelta dei materiali assume un ruolo di primaria importanza.

In quest’ottica, chi progetta una casa ecologica è a conoscenza che le risorse naturali non sono infinite, e di conseguenza, opta per la scelta di eco-materiali derivati da fonti rinnovabili, la cui produzione non incide sugli sprechi energetici, materiali non tossici per l’uomo e il cui smaltimento non arreca alcun danno all’ecosistema.

Trattasi di materiali che l’essere umano ha sempre adoperato sin dall’inizio dei tempi, a cui si aggiungono prodotti, frutto di tecnologie innovative e del riciclo di materie prime.

Tra i materiali ecosostenibili troviamo: legno, paglia, gesso, sughero, fibra di canapa, bambù, lana di roccia, fibra di juta, fibra di cellulosa, legno-cemento, argilla e calce espansa e vernici di origine naturale.

Costruzioni ecologiche

Una costruzione eco-sostenibile deve esserlo in ogni fase del suo ciclo di vita, dalla costruzione fino alla demolizione.

Questo nuovo approccio all’architettura promuove l’integrazione degli edifici con chi li abita, insieme all’ambiente naturale.

In ogni progetto, il fine ultimo è di consegnare un prodotto finito unico, ecosostenibile, caratterizzato della cura quasi maniacale per ogni particolare costruttivo, dagli studi preliminari agli esecutivi, fino all’assistenza post realizzazione.

Significa unire tecnica e cuore per salvaguardare e preservare l’ambiente, l’habitat in cui ognuno di noi vive, lavorando con grande orgoglio nella costruzione di un mondo migliore, soddisfacendo i bisogni della generazione presente, senza però compromettere la possibilità di realizzare i sogni delle generazioni future.

Blog